Gite

Filippo e i burattiniLo scorso fine settimana siamo andati tutti e quattro al tradizionale incontro del forum che frequento ormai da una decade.

Il forum ha cambiato nome, ma la sostanza è sempre quella e fa sempre piacere incontrare gente con cui si è discusso virtualmente.

Quest'anno si è svolto a Budrio (BO), anche l'anno scorso si era svolto nello stesso luogo, ma ero andata solo io coi bambini in giornata. Questa volta invece siamo andati lì anche a dormire.

L'albergo NON lo consiglio molto. Non è male, nel senso che ha un bel giardino dove i bambini possono scorrazzare liberi, raccogliere noci e nocciole, torturare una povera gallina che ormai fa le uova acide e le mamme e i pochi papà nel frattempo possono rilassarsi e chiacchierare.

Il problema è che costa, il servizio non è gran che, il gestore è svampito (o forse ci fa) e sbaglia i conti. Non si può avere tutto dalla vita.

La sera di sabato, dopo i vari convenevoli con le vecchie conoscenze, ci siamo diretti verso il centro di Budrio, dove era in corso la notte bianca.

Gand - GentOrmai Bruxelles è quasi una seconda casa. Comodo avere gli amici sparsi per l'Europa, comodi soprattutto i voli low cost.

Siamo stati a trovare ancora una volta L&M, la scusa questa volta è che la loro famiglia sta per allargarsi.

Abbiamo bevuto tanta ottima birra, mangiato ostriche e carne crude, peccato che alla fine stessimo un po' male, ma NON credo fosse dovuto al cibo.

Siamo andati a visitare un birrificio dove producono la birra Lambic secondo il metodo tradizionale, senza inoculare un lievito coltivato, ma lasciando che il mosto venga fecondato da lieviti e batteri presenti nell'aria.

Passaggio di legno sospeso sul vuoto...Sabato scorso siamo stati a Toano dal Nonno M. e abbiamo approfittato per fare una bella passeggiata lungo il sentiero di Matilde fino al ponte di Cadignano.

Abbiamo parcheggiato (non senza difficoltà, per carenza di parcheggi) a Montebiotto e da lì abbiamo preso il sentierino che ci ha portati attraverso boschi, altri piccoli paesini, balze erose, su ponti di legno, fino al bel ponte a schiena d'asino edificato nel milleseicento e recentemente restaurato.

CavalloQuesto fine settimana ha avuto un tipico clima belga. Non che invogliasse molto ad andare in giro.

Sabato pomeriggio siamo andati alla prima Fiera del Marocco in Italia, vicino a Bergamo, dove avrebbero dovuto mettere in scena uno spettacolo con 45 cavalli.

I cavalli c'erano, parcheggiati nel fango insieme alle auto, ma lo spettacolo non c'è stato. Pare che non avessero le autorizzazioni. L'organizzazione era molto marocchina.

Ceramiche

In compenso abbiamo fatto una pranzenda marocchina (dopo l'ora di coda che abbiamo fatto non  era più ora di pranzo, ma di merenda...) e abbiamo potuto ammirare alcuni stand con bellissimi oggetti d'artigianato marocchino.

CampanileOggi finalmente siamo riusciti a fare la visita guidata dell'Oasi dello Smeraldino.

La guida ci ha illustrato il lavoro fatto per trasformare quella che era una discarica abusiva in un luogo ricco di biodiversità. In uno spazio relativamente piccolo si trovano ambienti diversi che ospitano tante specie. Il problema è che, a parte i vegetali, poche di queste specie si sono fatte vedere. Bisognava però stare attentissimi a non uscire dal sentiero o pestare i sassi perché sotto si potevano nascondere i rospi smeraldino, piccolissimi, che danno i nome all'oasi.

Abbiamo visto qualche farfalla, sentito i versi di tanti uccelli e visto un picchio al lavoro.

Finita la visita abbiamo chiesto ad un'altra visitatrice se per caso sapesse arrivare alla chiesa di Quinto Stampi, e quella si è offerta di accompagnarci (anche lei era in bicicletta).