Interrail 2009

In giro per l'Europa (1-22 agosto 2009)

Cappella Palatina, Lubecca

La Germania ci ha accolto con un bel clima grigio e piovoso.

La giornata è cominciata bene quando, verso le 5 del mattino, è suonata la sveglia nello scompartimento. Stavamo dormendo tutti benissimo, me compresa, in quanto il treno era particolarmente silenzioso. Dopo la sveglia fuori programma non sono più riuscita a prendere sonno. Nonostante fossimo svegli con abbondante anticipo, siamo riusciti a far le cose di corsa per non rischiare di rimanere sul treno a Colonia.

Scesi alla stazione pareva di essere ad Hogwarts, con Draco Malfoy e altri maghi che passeggiavano per la banchina.

Legoland

Sono totalmente distrutta. Due giorni di Legoland hanno esaurito le mie energie. Filippo, alla fine della prima giornata, si è addormentato sulle spalle di Luca mentre tornavamo al campeggio e ha dormito fino alla mattina senza nemmeno cenare. Stasera invece si è sdraiato su un prato a metà strada dicendo “io dormo”. Abbiamo fatto praticamente tutto ciò che si poteva fare e io ho scattato almeno un milione di foto a tutte le cosine di lego. Alcuni giochi non erano adatti a Filippo e quindi io sono andata con lui sui giochi duplo (trenino, aerei e ruota panoramica) e su altri giochi adatti ai più piccoli, mentre Davide e Luca facevano cose spericolate. Poi alcuni giochi spericolati Davide li ha rifatti con me. Davide oggi mi ha anche trascinata anche a fare una cosa molto masochista dove si doveva programmare un braccio meccanico scegliendo vari movimenti, poi ti sedevi sui sedili tenuti dal braccio che ti sbatteva per bene secondo le tue istruzioni!

 

Uomini della pietra

Piove. Siamo in un ostello sul porto di Roskilde, vicino ad un museo con una nave vichinga ormeggiata.

L'ostello è vicino ad un canale che ora posso vedere dalla finestra col sottofondo del russare dei bambini. Oltre il canale si possono osservare delle tipiche case danesi.

Davide e Filippo giocano in treno

Siamo ritornati in Germania.

Questa mattina abbiamo fatto colazione con un abbondante buffet con ottimi yogurt e cereali.

Il tempo non era dei migliori e infatti andando alla stazione piovigginava, comunque appena messe le k-way ha smesso...

Il viaggio è stato lungo, ma abbastanza movimentato da cambi e soprattutto dalla nave, sulla quale abbiamo mangiato. Non abbiamo avuto tempo di fare altro perché il viaggio in mare è durato poco.

Quando si sale sulla nave non si può rimanere sul treno che viene chiuso, in questo modo si possono lasciare su i bagagli.

Durante il viaggio ha piovuto, ma arrivati a Lubecca è tornato il sole, anche se la temperatura era abbastanza freschina e c'era vento.

Paesaggio di Lubecca

Questa mattina c'era nuvolo e piuttosto freddino. Nel corso della giornata il tempo è migliorato, anche se ogni tanto cadeva qualche goccia di pioggia. Siamo comunque andati a fare un giretto per la città: siamo passati dalla Holstentor e abbiamo costeggiato il canale dove abbiamo dovuto fare una sosta a dei giochini. Siamo poi stati a vedere il duomo e quindi siamo tornati al parco giochi lì vicino dove i bambini hanno giocato un po'. C'era anche una famiglia italo-tedesca, il padre, italiano, ci ha consigliato di andare al mare qui vicino... sarà per la prossima volta...

Abbiamo pranzato con dei panini al parco giochi e quindi abbiamo ripreso il giretto della città. Molto bella la piazza principale con la Rathaus. Abbiamo proseguito il giretto fino alla burgtor, molto meno appariscente della Holstentor. Lì vicino c'è un ponte levatoio.

Abbiamo camminato ancora un po' lungo il fiume e quindi ci siamo fermati vicino alla chiesa St. Jakobi, la chiesa dei marinai. Dentro c'è un bellissimo organo e una cappella per i marinai morti in mare. Fuori invece c'è l'Arca di Noè scivolo dove i bambini si sono un po' sfogati intanto che io andavo a comprare dei frutti di bosco vicino al Markt: tre abbondanti vaschette (due di lamponi e una di mirtilli) per 5€.

Dopo la merendina siamo ritornati all'ostello a rinfrescarci un po' prima della cena. Purtroppo quando siamo usciti, verso le 19, stavano chiudendo molti locali,tra cui anche la birreria all'aperto vicino a St. Marien dove saremmo voluti andare. Alla fine abbiamo quindi optato per un ristorante greco.

Filippo era talmente spossato che si è addormentato mangiando... poverino...

Ora a nanna perché domani ci aspetta un lungo viaggio per arrivare a Berlino!

{flickr-album}Title=Lubecca, Type=User, User=95551576@N00, Tags=20090812{/flickr-album}