Alpi

Il Paese Natale rimarrà sempre in fondo al cuore.

Ecco qua le cose, in ordine sparso, che mi mancano della mia vita in Italia.

Magari qui ho trovato altre cose, ma non sono le stesse...

pave

Ormai sono qua da un anno e mezzo e quindi, dopo l'entusiasmo iniziale, posso cominciare a criticare...

Scrivo qui in ordine sparso le cose che non mi piacciono (alcune di queste cose in Italia sono meglio, altre no, ma non mi piacciono comunque anche se non sono peggio).
Si tratta ovviamente della mia visione personale, della mia vita qui, alcune cose sono più oggettive, altre decisamente soggettive.

Bouillon

Carissimi miei 25 lettori,

mi scuso immensamente per l'ampio divario di tempo tra il mio ultimo messaggio e questo che sto scrivendo. È stato un anno intenso e ricco, non privo di momenti difficili e pesanti, lo ammetto, ma sicuramente molto interessante e pieno di nuove esperienze.

Siamo arrivati qua tutti assieme quasi un anno fa, in una calda estate. Abbiamo vissuto un tiepido autunno, una fine di inverno a dir poco gelida, una primavera quasi sempre orribile e adesso di nuovo l'estate, con i suoi lunghi crepuscoli, i fiori, i colori.

Tornerò con più calma a raccontare quello che abbiamo fatto, o più probabilmente metterò qualche foto e lascerò loro a raccontare, ma intanto posso fare un bilancio di questi mesi in Belgio.

I bambini hanno finito alla grande il loro anno scolastico: sono arrivati senza sapere nulla o quasi di francese e, apparentemente senza sforzo, ora sono al pari se non meglio dei loro compagni. Davide ha concluso la scuola primaria (per la seconda volta) e ottenuto il CEB con ottimi voti e i complimenti delle insegnanti.

La scuola è veramente speciale, non credo sia la regola, del resto nemmeno questo posto in cui viviamo è esattamente nella media delle cittadine belghe.

Verso la scuola

I bambini sono al loro 30esimo giorno di scuola.

Forse è presto per fare bilanci definitivi, ma posso cominciare a raccontare qualcosa.

Da un punto di vista organizzativo e didattico ci sono una serie di differenze rispetto alla scuola italiana.

Per prima cosa, i cicli scolastici sono organizzati diversamente: qui ci sono solo 2 cicli di 6 anni, la primaria e la secondaria, alla fine di ogni ciclo c'è un esame statale, il che vuol dire che Davide alla fine dell'anno dovrà fare un esame con compiti ministeriali, come alla maturità.

La scuola primaria è suddivisa a sua volta in 3 cicli. Non ho capito ancora esattamente come vengono formate le classi di anno in anno e cosa fanno i docenti, quello che so è che Filippo, in prima, ha un insegnante unico che avrà anche l'anno prossimo, mentre Davide, in sesta, ha due maestre che insegnano su due classi parallele e fanno una materie scientifiche e l'altra umanistiche. Queste di sesta insegnano sempre in sesta.

L'orario è ridotto rispetto al tempo pieno italiano e il primo commento di Davide il primo giorno di scuola è stato "ma qui lavorano pochissimo, fanno ben 2 intervalli!!!" (oltre a quello del pranzo, ndr).

Colazione alla pasticceria “L’Opera” con tè alla menta e dolcetti di mandorle e affini.

Quindi camminata attraverso la vecchia medina con botteghe di tutti i tipi molte delle quali stavano aprendo in quel momento. Questa è una piccola medina tranquilla, non molto turistica.

La mercanzia era esposta fin sulla strada (spesso le botteghe erano poco più di rientranze nel muro) e c’erano parecchi piccoli laboratori di gente che lavorava il cuoio, dei forni, delle bancarelle di pesce, di cui alcune col pesce lì senza nemmeno un po’ di ghiaccio, frutta e verdura, gli immancabili fichi d’india e tanti tanti gatti magrissimi… Odori misti di cibo e altro, anche se tutto sommato non era neanche tanto sporca, i bottegai lavavano addirittura la parte davanti al loro negozio!!!

Usciti dalla medina, ci siamo diretti alla grande moschea Hassan-II, costruita negli anni ‘80-’90 e una delle poche dove sia permesso ai non mussulmani di entrare (ovviamente togliendosi le scarpe).

Sul treno

Ed eccoci in viaggio per una nuova avventura!!

Partiti di buon ora da Ottignies in quanto temevamo lo “sciopero dello zelo” a Zaventem. In realtà controlli rapidissimi, anche se secondo me avevano messo dei metal detector più sensibili e ci hanno dovuto controllare.

A Madrid abbiamo avuto un piccolo problema di carte di imbarco in quanto avevamo solo quella fino a Madrid, quindi siamo dovuti uscire, fare la fila alla Royal Air Maroc, rifare i controlli e questa volta mi hanno pure fatto aprire la borsa della macchina fotografica, il tizio apriva tutte le taschine, tascone, guardava nelle custodie degli occhiali... in compenso avevamo una bottiglietta d’acqua vuota e nessuno ha detto nulla... mah

Attività: Passeggiata alla abbazia Mariawald

Colazione: Ostello

Pranzo: Panini

Cena: Ostello

Pernottamento: Ostello di Gemünd

Attività: Viaggio in treno da Coblenza a Kall e in bici da Kall a Gemünd

Colazione: In ostello

Pranzo: Panini

Cena: Ostello

Pernottamento: Ostello di Gemünd

Esterno, strada:

Facciata fronte
Facciata fronte
Tetto
Tetto
Facciata fronte
Facciata fronte
Facciata fronte
Facciata fronte
  • Facciata fronte
  • Facciata fronte
  • Tetto
  • Tetto
  • Facciata fronte
  • Facciata fronte
  • Facciata fronte
  • Facciata fronte
  • Esterno, giardino:

    Facciata retro
    Facciata retro
    Tetto dell'estensione e giardino
    Tetto dell'estensione
    Tetto dell'estensione
    Tetto dell'estensione
    Tetto dell'estensione
    Giardino
  • Facciata retro
  • Facciata retro
  • Tetto dell'estensione e giardino
  • Tetto dell'estensione
  • Tetto dell'estensione
  • Tetto dell'estensione
  • Tetto dell'estensione
  • Giardino
  • Piano terra:

    Soggiorno - pranzo
    Soggiorno - pranzo
    Cucina - pranzo
    Cucina - pranzo
    Zona giorno - cucina
    Scale
    Sala
    Zona giorno - cucina
  • Soggiorno - pranzo
  • Soggiorno - pranzo
  • Cucina - pranzo
  • Cucina - pranzo
  • Zona giorno - cucina
  • Scale
  • Sala
  • Zona giorno - cucina
  • Primo piano:

    Camera ospiti
    Camera Davide
    Camera Filippo
    Camera Filippo
    Camera Filippo
    Bagno
    Bagno
    Hall de nuit
  • Camera ospiti
  • Camera Davide
  • Camera Filippo
  • Camera Filippo
  • Camera Filippo
  • Bagno
  • Bagno
  • Hall de nuit
  • Secondo piano:

    Tetto
    Tetto
    Tetto
    Tetto
    Tetto
    Tetto
    Tetto
    Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Tetto
  • Cantina e box:

    Camino
    Scarico acque pluviali
    Box rinforzato
    Scale cantina
    Cantina 2
    Cantina 2
    Cantina 1
    Garage
  • Camino
  • Scarico acque pluviali
  • Box rinforzato
  • Scale cantina
  • Cantina 2
  • Cantina 2
  • Cantina 1
  • Garage
  • 3UB

    Quest'anno la Barca di Radio Popolare galleggia nella Darsena, sempre che ci abbiano rimesso l'acqua...

    E anche noi ci siamo saliti per la quarta volta...

    I miei racconti estivi li troverete qui.

    Cocco

    Anche quest'anno sono salita a bordo della barca di Radio Popolare.

    Spero di avere la costanza di scrivere.

    Qui i miei racconti.

    Ingredienti

    • 200g di salmone affumicato
    • 1 finocchio
    • ½ limone non trattato (bio)
    • 2 rami di aneto fresco
    • 185g di panna acida
    • 100g di formaggio fresco molle alle erbe (anche aggiunte)
    • 50g di burro
    • 3 uova
    • 180g di farina
    • 1 cucchiaio di lievito chimico
    • ½ cucchiaino di timo secco
    • ½ cucchiaino di paprika
    • pepe nero (macinino)
    • sale

    Ingredienti (per 12 cupcake)

    • 200g di farina
    • 1 cucchiaino di lievito per dolci
    • 2 cucchiani di fiorellini di lavanda essiccati
    • 150g di burro
    • 150g di zucchero
    • 2 uova
    Tronchetto

    Ingredienti: (per una teglia di 25x35cm)

    Per il dolce

    • 3 uova
    • 125g di zucchero
    • 125g di farina
    • 1 cucchiaio di acqua tiepida
    • una marmellata a scelta

    Per la  crema al burro

    • 100g di burro rammollito
    • 175g di zucchero a velo
    • un cucchiaio di latte
    • 40g di cacao in polvere 
    Cupcake

    Ingredienti

    • 200g di farina
    • 1 cucchiaino di lievito
    • 2 uova grandi
    • 2 vasetti di yogurt(250g)
    • 270g di pezzetti di pera
    • 2 mandarini

    Foto aa

    JFlickr

    Foto 2

    Flickrberry

    Foto